Il Teatro

La compagnia “Cà Nostra” nasce sul finire del 1977 da un piccolo gruppo di amici che, memori delle lontanissime esperienze giovanili nelle filodrammatiche, “riscoprono” la voglia di recitare. Gli inizi sono alquanto duri, sia per la mancanza di mezzi che per le difficoltà che si incontrano nell’allestire uno spettacolo, ma, se la meravigliosa avventura continua ancora oggi, ciò lo si deve alla grande passione che anima ognuno dei componenti della compagnia. Professionisti, impiegati, studenti, pensionati e casalinghe: questi sono gli “amatori” del teatro che compongono il gruppo.

Il loro compito non è solo quello di recitare, ma anche di improvvisarsi tecnici, prima nella costruzione della scena e appena chiuso il sipario, nel diventare macchinisti, facchini, servi di scena, ecc. Questo enorme “lavoro” richiede volontà e spirito di sacrificio, ma chi ama veramente il teatro questa “legge” l’accetta. Inoltre tutto ciò porta a dei risultati tangibili: la critica è sempre più favorevole ed il pubblico diventa sempre più numeroso.

Dall’esordio, la compagnia si è esibita oltre che nel teatro di Cusano Milanino (definito da alcuni “il Tempietto del Teatro Dialettale” ) anche a Milano (anche al teatro San Babila), Bergamo, Monza, Schio (rassegna a livello nazionale), Vimercate, Villa d’Adda, Bellusco, Seregno, Bresso, Como, Campione d’Italia, Olgiate, Busto Arsizio, Castellanza.

Sono stati rappresentati sia in dialetto milanese che in italiano autori italiani e stranieri, tra cui ricordiamo Eduardo de Filippo (i primi in Italia a tradurre in dialetto milanese la famosa “Filomena Martorano”), Peppino de Filippo, Pirandello, Bertolazzi, Kesserling, Sheriff, Lilli, Giannini, Roberto Zago, De Benedetti, Morais, Adami, Silveri, Ammirata, Balzarini, Belley, Svetoni, Bertini, Cenzato, Scarnicci e Tarabusi.

Anche la televisione e la stampa hanno parlato positivamente della Compagnia: la terza rete televisiva e la seconda rete radiofonica dell’ente di stato, la TV “il Globo”, la TV di Bergamo, il corriere della Sera, il Giorno, l’Avvenire, l’Eco di Bergamo, Bergamo Oggi, il Cittadino di Monza e vari altri giornali della provincia. Altro stimolo importante che sprona la compagnia a continuare il suo cammino è la continua richiesta di spettacoli da parte di molti teatri della Lombardia.

Purtroppo non è possibile accontentare tutti, ma i componenti del gruppo ne sono ugualmente ogogliosi anche perchè questo è un segnale tangibile che la compagnia è apprezzata anche al di fuori della sua cerchia abituale.

Sito web: http://www.compagniacanostra.it